Sanjay’s Super Team: Il contrasto tra le culture

Sanjay's Super Team

7.9

Animazione

8.5/10

Regia

7.5/10

Sceneggiatura

7.5/10

Colonna Sonora

8.0/10

Intrattenimento

8.0/10

Pro

  • Animazione spettacolare...
  • Così come i colori

Contro

  • Nulla. È sempre più difficile trovare le cose negative che quelle positive in un corto di pochi minuti.

ATTENZIONE: La seguente recensione potrebbe essere ritenuta SPOILER. Non viene rivelato nulla che non sia già trapelato in questi mesi di attesa, ma è sempre meglio avvertire!

1Sanjay’s Super Team è il corto Pixar che accompagna “Il Viaggio di Arlo” nelle sale cinematografiche. Ispirato alla vita di Sanjay Patel (il regista) il corto racconta lo scontro di pensiero tra padre e figlio durante gli anni della sua infanzia. Il primo, infatti, è legato alla cultura Indiana, mentre Sanjay è più attratto dalla cultura occidentale. Ed è proprio questo il fulcro del corto.
Il padre tenta di convincere il figlio a meditare con lui le divinità Indiane, mentre il bambino è più attratto dai super eroi trasmessi in TV. Durante una meditazione, Sanjay immaginerà tre divinità Indiane (la scimmia Hanuman, La dea della potenza e protezione; DurgaVishnu, che rappresenta la conservazione) come un gruppo di supereroi, il Super Team di Sanjay per l’appunto!
Il corto della durata di 6 minuti (di cui 4 solamente il combattimento) ha una resa visiva che cambia tra la realtà e immaginazione. Mentre la realtà segue la CGI classica della Pixar, durante la fase di combattimento l’animazione peculiare, ed i colori raggiungono livelli spettacolari. Il contrasto dei colori dell’India, sul design degli Dei, è grandiosa e brillano di luce propria.
Durante la battaglia il bambino capirà l’importanza della sua religione. O meglio, capirà l’importanza che essa ha per il padre. E lo stesso padre, capirà che le tradizioni possono convivere con il moderno in un unione tra Dei e supereroi.
Finale toccante e molto attuale, ove i nostri genitori devono combattere con le mentalità delle nuove generazioni.

Il corto risulta diverso dai precedenti dello studio Pixar, in questo non si cerca di creare poesia ma di regalare una morale attraverso una storia vera. 

 

© Le immagini ed i marchi appartengono ai legittimi proprietari e sono inseriti al solo scopo informativo. Immagini ritenute non utilizzabili, vanno segnalate alla redazione (sezione INFO).

Stefano Terzoli

Nato nel 1988, è attualmente studente in Lingue Orientali all'università! Nonostante lo studio, passa il 90% del suo tempo a guardare Film e Telefilm di ogni tipo e genere. Grande fan dei Classici Disney fin dai suoi primi mesi di vita, colleziona tutto ciò che è possibile collezionare. Appassionato di Box-office, si occupa della sezione apposita e delle ultime news in campo cinematografico. 🙂
Stefano Terzoli

Rispondi

Next Post

"Il Viaggio di Arlo" secondo posto al Box Office italiano!

Sanjay's Super Team 7.9 Animazione 8.5/10 Regia 7.5/10 Sceneggiatura 7.5/10 […]